< Press area

KE partecipa a PRE-FABulous, il concept di Andrea Castrignano

Eco-sostenibilità, design, comfort e tecnologia, sono questi i concetti declinati in maniera inedita e contemporanea da Andrea Castrignano nel concept PRE-FABulous, per il Fuorisalone 2017.

 

Un approccio in linea con il modus operandi KE, che riflette perfettamente l’operatività dell’azienda veneziana, alla continua ricerca di miglioramento nei propri standard e nelle proprie performance, per rispondere alle esigenze di un mercato in continua evoluzione.

Presso l’ampio spazio metropolitano di via Adige 11, a Milano, Castrignano ha ricreato una villa signorile, dotata di ogni comfort e immersa nel verde, con lo scopo di rivoluzionare il concetto di casa prefabbricata, per darne un’interpretazione innovativa.

 

Tematiche importanti e imprescindibili come il rispetto per l’ambiente e il risparmio energetico saranno qui interpretate in chiave “estetica” grazie a finiture di pregio, home-tecnology e alla cura sartoriale per il dettaglio che caratterizza tanto lo stile di Andrea Castrignano, così come quello di KE.

Un progetto innovativo, che supera la banale concezione di “prefabbricato” e, anzi, la nobilita esaltandone gli aspetti legati a sicurezza, robustezza, basso impatto ambientale, possibilità di personalizzazione e progettazione “tailor made”.

 

L’interazione degli ambienti interni con l’ampio dehors e il giardino è sottolineato da dettagli di ispirazione “Jungle” che esaltano l’aspetto naturalistico ed eco-friendly del progetto. Due le tipologie di prodotto KE installate: XTESA – l’innovativa struttura a pergola con tessuto ad arrotolamento, anziché a pacchetto, adatta agli spazi architettonici estremi – e due SCREENY 110 GC, le tende a rullo progettate per la schermatura esterna di finestre e facciate continue.

Sistemi versatili, che si integrano perfettamente nelle architetture moderne, garantendo standard elevati. Soluzioni integrate in grado di valorizzare spazi esterni ed interni, che sempre più si contaminano, esaltando la vivibilità dell’outdoor.